Home Servizi Cura dei nei

Cura dei nei

20
0

In alcuni casi si ha necessità di fare un controllo e poi una cura dei nei grazie un dermatologo che è il professionista esperto nel settore, e che farà quella che si chiama mappatura relativa proprio ai nei.

Si tratta in alcuni casi di monitorare alcuni dei nei che abbiamo, e che già magari erano sotto controllo, perché lo scopo deve essere quello di capire se c’è il rischio che si ingrandiscono e che peggiorano.

In altri casi invece una persona per la prima volta decide di sottoporsi alla mappatura, perché vuole sapere quanti ne ha, e in che condizioni sono, per capire se c’è qualcosa di cui preoccuparsi.

Tutto questo può essere fatto attraverso un appuntamento che si prende in un ambulatorio, dove ci si recherà nello studio del dermatologo che acquisirà le immagini del singolo neo utilizzando una lente specifica.

Questo succede perché un neo deve essere visualizzato allargandolo di dimensione in modo da capire tutti i dettagli che non sono visibili all’occhio nudo. Purtroppo a volte un neo può mutare trasformandosi in una patologia che si chiama melanoma, e che può essere teoricamente molto pericolosa: ed ecco perché andrebbe evitata o comunque bisognerebbe fare un’opera di prevenzione.

Questo è il motivo per il quale per fortuna molte persone che hanno dei nei non li sottovalutano e anzi si premurano di prendere precauzioni come per esempio, volendo fare l’esempio più banale, stare attenti quando vanno al mare e prendono il sole, oppure essere molto attenti in altre circostanze specifiche legate alla depilazione, o ancora altre pratiche che potrebbero danneggiare la pelle dove sono presenti nei

 

 

Come avviene nello specifico la mappatura dei nei durante la visita col dermatologo

Chiaramente per fare questa mappatura bisognerà spogliarsi in modo da esaminare il corpo in maniera particolareggiata e andare a ricercare i nei perché alcuni magari già sono stati mappati e quindi il dermatologo li potrà scovare guardando fotografie del passato.

 Però è bene anche capire ed essere sicuri che non ci siano nuovi spuntati in quel momento.

L’unico modo per scoprirlo è utilizzare uno strumento che si chiama dermatoscopio che è adatto nello specifico proprio per fare la mappatura in tutto il corpo e anche nei posti più nascosti.

 Una cosa importante che viene fatta in questi casi è quella di registrare le immagini di ogni neo, che viene scoperto proprio per fare un confronto con quelli che c’erano prima, o comunque per capire se sono mutati in qualche modo, o ancora se sono ingranditi, perché se la risposta è sì bisogna preoccuparsi, altrimenti tutto è sotto controllo.

Altra cosa importante da sapere è che, nel momento in cui il dermatologo fisserà l’appuntamento per la visita relativa ai nei, è bene non abbronzarsi prima o stare troppo sotto il sole.

 Lo stesso discorso vale anche per l’utilizzo di trucco per il viso o di autoabbronzanti, tenendo presente che una visita completa per quanto riguarda la mappatura dei nei non durerà moltissimo, e cioè non supererà la mezz’ora tranne che non ci sia qualche neo da esaminare meglio.