Home Servizi Marchio Beretta

Marchio Beretta

72
0

Per il riscaldamento di una casa e dell’acqua sanitaria, il  Marchio Beretta  è  l’elemento più importante; per questo, a seconda delle varie esigenze, ne esistono diverse tipologie con differenti caratteristiche

 

In  questo articolo passiamo in rassegna insieme le principali. le caldaie: tipologia a gas le caldaie a gas si dividono principalmente in due grandi gruppi, a seconda del gas, appunto, che fa loro da combustibile: caldaie a metano; caldaie a gpl.  caldaie a metano: le caratteristiche  le caldaie a metano sono le più economiche e le più diffuse, anche perché il metano è il gas distribuito a livello nazionale, con una rete talmente capillare da fare sì che l’attacco non sia troppo dispendioso e non ci sia bisogno di cisterne per lo stoccaggio.

Gli apparecchi di questo tipo devono essere forniti assolutamente di alcune connessioni fondamentali: una per il gas, una per l’entrata dell’acqua fredda sanitaria, una per l’uscita dell’acqua calda sanitaria, una per l’uscita della conduttura del riscaldamento , una per la mandata della conduttura del riscaldamento e la canna fumaria. il blocco bruciatore, in una caldaia a metano, consiste dei seguenti componenti: bruciatori di gas aspirati a tappeto; sistema di modulazione della fiamma, che serve per regolare l’intensità stanziata;

Il sistema automatico di controllo elettronico che fa sì che il sistema di modulazione della fiamma possa essere efficace. esso viene impostato in base a parametri scelti dall’utente che dipendono dalle sue esigenze, ovviamente in base alla zona climatica del luogo in cui si trova la sua abitazione. alcune caldaie a metano dispongono, inoltre, di un bruciatore a pre   miscelazione: ciò vuol dire che sono in grado di incorporare in proporzioni più accurate aria e gas prima che avvenga l’accensione, garantendo quindi un rendimento migliore e il conseguente risparmio sulle spese, nonché una maggiore tutela dell’ambiente.

Caldaie a gpl: le caratteristiche   il gpl è una commistione di idrocarburi alcani a basso peso molecolare e viene di solito trasportato su strada, ferrovia e via mare tramite autocisterna, ferro  cisterna o gasiera. le caldaie a gpl hanno una diffusione meno capillare di quelle a gas metano perché hanno bisogno di molto spazio: infatti necessitano di una grande bombola o di una cisterna per stoccare il gas, e anche le tubature devono essere di dimensioni più piccole. ciò fa sì che gli impianti a gpl siano per lo più presenti dove la rete nazionale del gas metano non riesce ad arrivare.

Esse possono essere usate sia per uso condominiale che familiare e, in caso di necessità, con determinate piccole modifiche possono funzionare anche a metano.  caldaie a metano o a gpl? differenze, vantaggi e incentivi statali  quale caldaia scegliere fra una a metano e una a gpl? come abbiamo visto, la prima grossa discriminante è la diffusione (il metano è distribuito in modo molto più capillare) e lo spazio necessario: le caldaie a gpl, infatti, ne necessitano molto di più.

D’altro canto, l’installazione delle caldaie a metano è più economica. con una piccola trasformazione, le caldaie a metano possono anche funzionare a gpl. essere presenti determinate caratteristiche: innanzitutto, il marchio di rendimento energetico deve avere almeno 3 stelle basandosi sulle direttive cee 92/42; il livello di efficienza deve essere alto e il livello di emissione di sostanze inquinanti basso.